Casa

Come riparare un rubinetto

Riparare un rubinetto che perde non serve solo ad attuare una corretta manutenzione della propria abitazione ed a risparmiare qualcosa sulla bolletta, ma anche a non dare di matto a furia di sentire il continuo gocciolio dell’acqua, rumore che per quanto bianco, finirebbe alla lunga per infastidire chiunque.

Le cause

Prima di compiere qualsiasi azione sarebbe meglio comunque tentare di appurare le cause di questo snervante gocciolio. Certe volte infatti più che una riparazione vera e propria, il vostro rubinetto ha bisogno di piccole attenzioni, attenzioni per le quali un idraulico si fa comunque pagare profumatamente.

Rientrano nell’esempio le rondelle allentate o rotte che spesso causano delle piccole perdite. Diversamente, se il problema non fosse esattamente questo, potreste avere davanti un caso di valvola di scarico danneggiata, ironia della sorte, da fenomeni erosivi dovuti proprio al passaggio dell’acqua.

Forse non lo sospettate nemmeno ma dentro un rubinetto chiuso potremmo quasi dire che ci sia vita: la pressione idrica infatti si accumula agendo sulla sede della valvola e si sfoga scavandosi alcuni canali. Proprio quando ciò accade e viene portato alle sue estreme conseguenze arriva il gocciolio. Insomma: preparatevi ad intervenire sulla rondella o sulla valvola.

Le attrezzature

Non avrete bisogno di avere a disposizione chissà quale attrezzatura; vi basterà infatti procurarvi un cacciavite a testa piatta, dei ricambi, una chiave inglese regolabile ed un paio fisse. Tutto qui.

Istruzioni generali

Abitate in una casa su più livelli? Bene, se ad aver bisogno di manutenzione è un rubinetto del piano superiore apritene almeno uno del piano inferiore in modo che l’impianto possa essere meglio drenato. A questo punto assicuratevi di aver tappato il lavandino di modo che niente possa scivolare nello scarico: la faccenda in questo caso si complicherebbe alquanto…

Adesso smontate i tappi indicatori dei rubinetti ossia quelli che vi consentono di individuare e distinguere l’acqua calda da quella fredda. Per far ciò vi basterà utilizzare come leva il vostro cacciavite. Sicuramente non avete mai visto questa parte smontata: farete caso però alla presenza di una vite, la cosiddetta vite di rilascio che dovrete provvedere a svitare, il tutto con estrema delicatezza, sin tanto che non potrete eliminare anche la testa del rubinetto. Ah, ricordate che se la vite dovesse essere restia ad abbandonare la sua sede, potrete sempre avvalervi dell’aiuto di un buon lubrificante che lascerete agire una decina di minuti prima di ripetere le suddette operazioni.

Trascorso questo lasso di tempo, aiutatevi con una pinza o con una chiave inglese per bloccare il beccuccio del rubinetto e, avvalendovi di una seconda chiave, smontate la manopola.

La rondella

Tolta la manopola, potrete facilmente arrivare alle rondelle. Una volta giunti sin qui, vi conviene cambiarle entrambe anche se una dovesse effettivamente sembrare meglio conservata rispetto all’altra: si tratta infatti di oggetti molto economici il cui “spreco” in questo caso vale la certezza di non dover a breve ripetere tutta l’operazione sopra descritta.

A questo punto replicate tutto il procedimento in senso inverso sino a rimontare il rubinetto.

La valvola

Se la sostituzione delle rondelle non ha portato ad alcun  risultato apprezzabile, forse il problema sta nella valvola. Procuratevi una smerigliatrice con cui agire sulla sede della stessa sino a lisciarla del tutto, quindi rimontate il pezzo.

Se volete tagliare corto invece sostituite proprio la sede della valvola accertandovi di comprarne una uguale per forma e dimensioni.

Idraulico

Se non siete riusciti a riparare il problema nemmeno dopo aver letto questa guida, non vi resta che rivolgervi ad un esperto. Sul sito prontointerventoidraulico24h.com trovete le info per contattare esperti anche nelle piccole riparazioni idrauliche.

Come riparare una zanzariera rotta

La zanzariera è un oggetto di uso comune che serve a schermare le finestre di un appartamento per impedire l’ingresso di insetti, specie quelli volanti, come le temutissime e fastidiosissime zanzare durante la stagione estiva.

(altro…)

Come sostituire il miscelatore della doccia

L’importanza del bagno all’interno di un’abitazione è enorme e indiscussa: si tratta, infatti, del luogo in cui provvediamo alla nostra igiene personale, in cui ci rilassiamo con una doccia o un bagno caldo al termine di una lunga ed estenuante giornata di lavoro.

(altro…)

Come riparare un condizionatore che non si accende

Il condizionatore è un elettrodomestico diffusissimo e di grande utilità, specie per le persone che soffrono il caldo d’estate. Le temperature in certi ambienti possono infatti arrivare a essere davvero elevate, e avere a disposizione un condizionatore tra le mura domestiche rappresenta una grande comodità.

(altro…)

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi