Come aggiustare l’accendisigari dell’auto

A volte, soprattutto quando si ha a che fare con un’auto un po’ attempata, potrebbe rivelarsi necessario aggiustare l’accendisigari della vettura.

Spesso il suo malfunzionamento deriva da un cortocircuito o da un sovraccarico a sua volta determinato dall’impiego di un qualsiasi dispositivo elettronico difettoso o dal contatto violento con oggetti metallici di ogni ordine e grado.

Quale che sia comunque la ragione del cattivo funzionamento dell’accendisigari è possibile sistemarlo con una certa facilità: vediamo come.

L’importanza dell’accendisigari

Prima di riparare un accendisigari torna forse utile ricordare agli automobilisti che questo oggetto al giorno d’oggi è praticamente un pezzo irrinunciabile dell’auto. Se in passato infatti serviva essenzialmente come optional nel caso in cui si avesse l’abitudine di fumare alla guida, oggi grazie ad esso è possibile ricaricare i cellulari, utilizzare i navigatori satellitari e quant’altro.

Ecco perché, a prescindere dal fatto che fumiate o meno, monitorare il funzionamento del dispositivo ed eventualmente correre subito ai ripari, diventa a dir poco fondamentale.

Accendisigari auto non funziona: operazioni preliminari

Nel caso in cui la vostra auto abbia il problema sopra descritto e vi siate ricordati di aver effettivamente utilizzato di recenti dei cavi scadenti o difettosi oppure ancora di aver urtato con oggetti metallici pesanti il vostro accendisigari, verificate innanzitutto lo stato di conservazione del fusibile del dispositivo. Estraete quindi il pezzo aiutandovi con una pinza ed esaminatelo con attenzione. Se qualcosa non dovesse rispondere alla normalità notereste immediatamente al suo interno una porzione bruciata.

A questo punto agite sulla centralina dei fusibili: essa è in genere collocata dalle case produttrici subito ad di sotto dello sterzo oppure ancora nella sede del vano motore. Sopra questa scatola noterete degli adesivi riportanti una lunga serie di simboli utili ad individuare l’esatta collocazione del fusibile interessato. A questo punto rimuovete con attenzione il pezzo incriminato e sostituitelo con uno uguale.

Ovviamente se sospettate che il corto circuito sia stato innescato da un caricabatterie difettoso, da un cavetto mal funzionante o altro, evitate di utilizzare nuovamente l’oggetto in auto e, possibilmente, anche in altri contesti.

Un altro motivo di malfunzionamento dell’accendisigari può essere l’allargamento delle alette conduttrici presenti dentro la presa del marchingegno. Ciò si verifica soprattutto quando si è soliti forzare un po’ l’accendisigari per accogliere degli spinotti non esattamente dotati delle giuste misure. In questo caso non dovrete far altro che ripiegare le alette nella giusta posizione avvalendovi di un semplice cacciavite o di qualcosa di ben affilato che sia comunque realizzato in materiale non adatto a condurre corrente elettrica.

Potrebbe capitare anche che il problema non sia legato a nessuna delle suddette cause: in quel caso allora prendete l’auto e portatela da un buon elettrauto

Fusibile accendisigari Panda

Poniamo il caso che possediate una Fiat Panda terza serie (prodotta quindi dal 2011 al 2016). Una volta sfilato l’accendisigari e constatato che qualcosa non va come dovrebbe perché un fusibile ha dato forfait, aprite il cofano della vettura e, subito a destra, individuate la scatolina su cui è riportata la dicitura “Centralina Fusibili“.

Apritela e prestate attenzione alla legenda numerata in cui vengono individuati i vari fusibili che compongono la parte elettronica dell’auto. In questo caso il pezzo interessato sarà l’F 20 da 15 ampere. Sostituite il tutto et voilà!

Copyright © 2019 officinegrandiriparazioni.it.

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi