Come fissare le mensole al muro

Tra gli elementi di arredo più utili e più belli da vedere ci sono le mensole. Sono supporti che ben si adattano ad ogni tipologia e stile di una casa.

Le mensole vengono inserite indistintamente nei diversi vani. Possono essere montate in soggiorno per ospitare libri e oggetti d’arredo o in bagno, per riporre cosmetici o asciugamani. In cucina rallegrano l’ambiente, diventando supporti a vista per barattoli, spezie e utensili.

Anche la cameretta dei bambini arricchita con le mensole sarà più accogliente ed aumenterà lo spazio per sistemare i loro giochi. Insomma, le mensole stanno bene in ogni stanza e non è difficile fissare questi elementi decorativi in casa. E’ sufficiente avere una minima esperienza con i piccoli lavori domestici e il fai da te. In questa guida vediamo come fissarle al muro e i diversi tipi di mensole che esistono.

Sistemi per fissare una mensola

Le mensole possono essere appese al muro con sistemi fissi, regolabili e ad incasso. I primi utilizzano delle zanche a L sulle quali poggiano le mensole. Sono anche molto gradevoli dal punto di vista estetico.

I sistemi regolabili consentono alle mensole di essere spostate con facilità e sono quindi più pratici e flessibili rispetto a quelli fissi. Utilizzano delle cremagliere in alluminio laccato o naturale alle quali vengono applicate zanche di misure differenti in base al numero di ripiani che devono supportare. I ripiani possono essere di diversi materiali, come il metallo, il legno o il vetro.

Le mensole a incasso sono quelle create in una nicchia o in una cavità della muratura.

Tipologie di mensole

Le mensole sono facilmente reperibili in commercio in misure e materiali diversi (scegli quelle che preferisci su Amazon), oppure possono essere ordinate della misura preferita. In questo caso ci si rivolge ai centri di bricolage o ad un falegname, se la mensola è in legno. La scelta del materiale del ripiano dovrà tener conto anche del peso che la mensola dovrà sostenere. Il legno è un ottima soluzione, in particolare il massello perché molto resistente e molto bello, anche se più costoso.

Altri tipi di legno come il compensato, il conglomerato o il truciolato sono decisamente meno adatti all’uso e vanno rivestiti con altri materiali per dare un impatto visivo migliore. Le mensole in legno vanno sempre trattate con prodotti protettivi in modo che si possano pulire al meglio.

Anche le zanche sono disponibili in materiali come il ferro, l’acciaio, il legno o l’alluminio (qui puoi scegliere le staffe). In genere il braccio è quasi sempre più corto rispetto alla mensola ma può essere anche della stessa misura del ripiano. In alcuni modelli esso si piega sul davanti per non permettere alla mensola di spostarsi.

Attrezzatura occorrente

Chi desidera fissare da solo le mensole di casa deve avere a disposizione una serie di attrezzi utili per eseguire tutte le operazioni necessarie. Ecco tutto ciò che occorre:

  • mensole
  • zanche o supporti regolabili
  • tasselli a espansione
  • viti e cacciavite
  • trapano avvitatore
  • livella a bolla d’aria
  • filo a piombo
  • punteruolo per i fori
  • metro metallico avvolgibile
  • matita

Come montare le mensole con sistemi fissi

Per appendere mensole su supporti fissi è meglio disporre dell’aiuto di un’altra persona, che tiene ferma la mensola mentre si segnano i punti per i fori. In questo caso conviene unire prima la mensola alle zanche e poi fissare il tutto alla parete. Il consiglio è sempre quello di predisporre prima quella da fissare più in alto e poi scendere allineando quelle sottostanti.

Si inizia mettendo la mensola al muro e segnando una linea sulla parte superiore, meglio con l’ausilio della livella (la trovi qui). Si segnano poi i punti dove vanno le zanche, facendo linee perpendicolari ai lati lunghi della mensola. Si appoggia la zanca col lato corto che coincida con la linea tracciata e si segna con il punteruolo il punto esatto in cui vanno le viti. A questo punto si procede al loro fissaggio, adoperando il trapano avvitatore (leggi come scegliere il miglior trapano avvitatore per le tue esigenze), e inserendo poi il tassello a espansione. L’importante è fissare molto bene tutte le viti.

Come montare le mensole con sistemi regolabili

Si comincia appoggiando un supporto contro la parete e segnando la parte superiore. Poi si tiene il supporto orizzontale, utilizzando la livella, e si tira una linea con la matita arrivando fino all’estremità e alla distanza scelta. Solitamente tale distanza si determina in 3/5 della lunghezza della mensola, in modo che fuoriesca di 1/5 per lato.

Il primo montante viene appoggiato al muro in maniera che la sua parte superiore collimi con la linea tirata in precedenza. Bisogna adesso segnare il punto per il foro superiore e poi usare il trapano per inserire i tasselli a espansione (che puoi prendere qui). Subito dopo si mette la vite senza stringere molto così che il supporto si possa ancora muovere. Si effettua la stessa procedura per l’altro supporto.

Utilizzate la livella per accertarvi che i supporti siano in posizione perfettamente verticale e poi procedete a segnare i punti per le altre viti. Passate poi a trapanare, mettete il tassello e fissate tutte le viti, stavolta stringendole a fondo, anche quelle che avevate lasciato allentate.

A questo punto potete posizionare le zanche all’altezza che volete, partendo dal fissaggio delle mensola più alta. A seguire posizionate quelle più basse aiutandovi con un filo a piombo. E’ utile, una volta messe in posizione le mensole, fare un segno dove andranno le viti. Infine rimuovete zanche e mensole e fissatele tra loro prima di montarle definitivamente sui supporti.

Come montare le mensole ad incasso

Le mensole a incasso sono quelle che sfruttano lo spazio disponibile in una nicchia presente in casa, così da sfruttarne in modo originale lo spazio interno. Esistendo già le spalline laterali sarà sufficiente l’impiego di tasselli di legno (compra qui la quantità necessaria) da fissare alla parete sui quali appoggiare la mensola. L’unica difficoltà può essere l’irregolarità della nicchia, specie nelle abitazioni vecchie con muri in pietra, che richiede la rifilatura precisa della mensola.

Anche in questo caso bisogna prima individuare l’altezza e segnare sul muro il punto con la livella a bolla. Serviranno due tasselli in legno per ogni mensola, con una misura di poco inferiore rispetto al lato corto del ripiano. Se si desidera che siano nascosti alla vista si possono smussare sul davanti, rendendo la parte anteriore obliqua.

Per le mensole da incasso bastano due viti per fissare i tasselli, posizionate a circa 5 cm da ogni estremità. Una volta fatti i fori sul tassello si appoggia sulla linea fatta sul muro e si segnano i punti precisi in cui forare con il trapano. Si inseriscono le viti e si avvitano, poi si ripete lo stesso procedimento con l’altro tassello. Infine si appoggia la mensola sul supporto creato e si procede nello stesso modo per realizzare le altre. Se la mensola deve supportare grandi pesi o è eccessivamente lunga è opportuno inserire un tassello aggiuntivo sulla parete di fondo.

Copyright © 2020 officinegrandiriparazioni.it.

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi