Come organizzare il garage per recuperare lo spazio

Per molte persone il garage non è soltanto il posto destinato all’auto ma anche una piccola officina da lavoro. Poiché qui vengono conservati gli oggetti più disparati, con il tempo lo spazio si riduce tanto da far fatica a muoversi.

Spesso gli attrezzi da lavoro, le biciclette, gli arredi da giardino sono accantonati in garage in maniera disordinata e risulta difficile raggiungerli quando servono. Ad un certo punto, quando la confusione regna sovrana e non ricordi più nemmeno cosa c’è dentro il garage, arriva il momento di riordinare gli spazi. Questo si rende necessario sia per rendere l’ambiente più praticabile, sia per trovare le cose quando si cercano e non si riescono a trovare.

In questa guida vediamo come organizzare e arredare il garage, in modo da renderlo più accessibile e funzionale, per ritrovare un garage pulito e ordinato, in cui ogni cosa sarà al suo posto e sarà accessibile quando serve.

Organizzare il garage

La prima cosa da fare è svuotare il garage in ogni angolo, anche di tutto quel materiale che si è ammucchiato negli anni e spesso non si sa più di avere.

Per prima cosa svuota il garage

Nel riordinare bisogna liberarsi di tutto quel superfluo che non serve e poi valutare come sfruttare lo spazio vuoto. A questo punto, prima di riempirlo nuovamente, è utile pensare adesso se lasciare pavimento e illuminazione così come sono o se apportare delle modifiche.

Pavimentazione

Solitamente il pavimento del garage è rifinito in cemento grezzo, copertura che negli anni può sgretolarsi e ricoprirsi di crepe. E’ il sistema più economico ma non certo il rivestimento migliore. Se volete migliorare il suo aspetto potete verniciarlo con delle pitture apposite, lavabili, che ben sopportano lo sporco.

Se avete tempo e denaro potete scegliere di piastrellare il fondo, ricordandovi di posare un rivestimento antiscivolo, impermeabile e resistente. Il pavimento in PVC bollato (scegli qui dimensioni e colore) è un’ottima soluzione ed è anche facile da posare. Uno dei migliori sistemi è quello di rivestire il fondo con resina poliuretanica (puoi comprarla qui), che crea una superficie anti abrasiva ed è l’ideale per i fondi carrabili. In questo caso però dovrete rivolgervi ad una ditta specializzata.

Illuminazione

In genere il garage non è raggiunto da una buona luce naturale, per cui è fondamentale predisporre un buon impianto di illuminazione. Servirà sia per poterci lavorare dentro in maniera comoda, sia per cercare gli oggetti di cui si ha bisogno. La luce a neon è il compromesso giusto perché garantisce un buon risparmio di energia e illumina molto bene l’ambiente. La soluzione possono essere le plafoniere con una o più lampade a neon.

Suddividere gli oggetti

A questo punto conviene dare ordine a tutto quello che avete buttato fuori dal garage, suddividendo gli oggetti in categorie.

Un’ottima cosa è la divisione degli oggetti in base alla loro appartenenza, così da avere gli attrezzi sportivi o gli accessori per il giardinaggio raggruppati. Una buona soluzione per conservarli è quella di metterli in contenitori trasparenti (vedi le offerte su Amazon), così da vederne il contenuto anche se stipati in alto. Etichettare il lato a vista con l’elenco delle cose è un ulteriore segnale di grande praticità.

Una volta suddivisi in categorie effettuate un’ulteriore suddivisione fra gli oggetti che adoperate più di frequente da quelli che invece usate raramente. I primi vanno messi in posti più comodi, gli altri va bene anche nelle retrovie. Una volta che avete sistemato questa parte avete il quadro più chiaro e potete passare quindi ad arredare il garage. Le soluzioni di arredo non mancano, ognuno sceglierà quelle più vicine alle proprie esigenze.

Arredare il garage

Per arredare il garage esistono in commercio diverse idee salva spazio, a seconda dell’orientamento che si vuole dare al vano. Il garage si può attrezzare con carrelli portautensili (qui una vasta scelta) nel caso la destinazione d’uso sia quella di un’officina o di un ricovero attrezzi.

Crrelli portautensili sotto il banco da lavoro

Nei box di una certa altezza è anche possibile orientarsi su una scaffalatura a soppalco, in modo da sfruttare uno spazio in più, che rimarrebbe inutilizzato. Esistono anche degli armadi in resina (eccoli qui), creati appositamente per il garage. Ovviamente hanno un maggiore ingombro e necessitano dello spazio per aprire le ante, senza considerare che i prezzi di questi elementi sono più elevati.

Scaffalature

Ci sono in commercio scaffalature a vista e ganci per il soffitto se si intende ospitare in garage un piccolo laboratorio artigianale o le bici (leggi come appendere la bici al muro).

Gli scaffali riescono ad ospitare una grande quantità di oggetti e sono strutture che si possono montare in base agli spazi più diversi. Inoltre sono molto economiche e disponibili sia nella versione da terra che in quella sospesa a parete (vedi qui fra i tanti disponibili). Gli scaffali a pavimento sono più stabili e si possono ancorare al muro, quelli da appendere sono l’ideale per i piccoli spazi perché liberano superficie calpestabile.

Supporti da parete e da soffitto

Per non ritrovarsi con attrezzi vari a terra, riducendo così lo spazio calpestabile, è possibile sfruttare dei supporti da parete o da soffitto. In commercio si trovano delle staffe con ganci (vedi tutte le tipologie) ai quali si possono appendere utensili e attrezzi vari, comodi da prendere all’occorrenza. Le staffe hanno un costo molto basso e si installano con facilità. Anche i ganci da appendere al soffitto sono molto resistenti ed economici. Sono utili per appendere biciclette e oggetti grandi, che si usano di rado e toglierebbero spazio se lasciati a terra.

Banco da lavoro e pannelli portautensili

Molti garage nel tempo si trasformano in piccole officine o laboratori hobbistici. Chi desidera lavorare in garage deve disporre di un banco da lavoro attrezzato (su Amazon puoi trovarne di belli ed economici). Il consiglio è quello di munirsi di un banco in legno, materiale solido, robusto e resistente agli urti.

Pannello portautensili forato da parete

Molto validi anche i pannelli forati da parete (vedi qui), particolarmente indicati per una piccola officina, in cui appendere tutti gli accessori di dimensioni piccole. Saranno sempre ordinati e facili da individuare al momento dell’uso. L’alternativa a pareti e pannelli portautensili sono le cassettiere portattrezzi.

Cassettiera scomponibile

Nel mondo del fai da te si possono trovare vari tipi di cassettiere portautensili (scegli qui), differenti per caratteristiche e dimensioni. Ognuno dovrà valutare la migliore soluzione in base alle proprie necessità. Esistono carrelli scomponibili molto attrezzati che si trasformano in cassettiere portatili oppure ci sono cassettiere con ruote orientabili, molto pratiche.

Ciò che conta una volta dopo aver rinnovato il garage è avere a disposizione uno spazio ben definito, ordinato, con tutti gli accessori e gli attrezzi al loro posto.

Copyright © 2020 officinegrandiriparazioni.it.

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi