Come pulire i vetri senza lasciare aloni e facendo poca fatica

Pulire i vetri, di piccole o grandi dimensioni, non è poi così terribile come molti di noi credono. Con gli accorgimenti giusti, e soprattutto i prodotti mirati, aloni, macchie e sporco se ne andranno via. I vetri brillanti e scintillanti sono belli da vedere e indice di igiene e pulizia in casa.

Oltre alla tecnica migliore è necessario stabilire il momento più adatto per non rendere il lavoro vano. Con la luce del sole diretta i vetri non vanno mai puliti perché al termine dell’operazione la sorpresa è negativa: aloni e segni saranno ancora lì.

Anche in caso di pioggia è meglio non scegliere di pulire i vetri perché la parte esterna rischia di essere colpita a breve dalle goccioline. Il momento ideale è in una giornata nuvolosa e quando siete particolarmente ispirate a questo tipo di lavoro domestico.

Cosa utilizzare per la pulizia dei vetri

Il capitolo dei prodotti più efficaci per ottenere vetri e specchi brillanti e lucidi è veramente ampio. In realtà la pulizia delle superfici vetrate è molto semplice ed economica perché bastano pochi attrezzi e detergenti e tanto olio di gomito.

In vendita si trovano svariati prodotti pronti all’uso, efficaci ed ottimi per trattare i vetri, compresi anche panni e spugne che promettono risultati strepitosi con poca fatica.

Per vetri piccoli e comodi si possono utilizzare stracci o giornali mentre per vetrate di grandi dimensioni e meno accessibili alla pulizia si può usufruire del pratico attrezzo lavavetri.

Pulivetri

Il pulivetri permette di ridurre notevolmente fatica e tempo rendendo più semplice la pulizia dei vetri. In quale modo? Come scritto nella categoria dedicata a questo prodotto sul sito esconti: “imbevi la spugna, lavi il vetro, lo asciughi con la parte posteriore del lavavetro e hai finito.” Inoltre ci sono modelli allungabili che consentono di raggiungere i punti più difficili da lavare e sono indicati per ridurre al minimo le difficoltà date dall’altezza dei vetri. Quindi non sarà più necessario salire sulle scale.

Vetri particolari

Nel caso di vetri smerigliati e lavorati è meglio prima passare un panno asciutto che rimuova la polvere depositata negli anfratti e poi dedicarsi al lavaggio vero e proprio. In genere i vetri di questo tipo sono quelli delle porte interne o di vetrate decorative e vanno puliti con spugna o spazzola bagnate e poi asciugati.

I vetri della doccia, soggetti al calcare prodotto dall’acqua, vanno puliti in maniera più approfondita con un mix di acqua, aceto bianco, detersivo per piatti e alcool. Questo preparato, messo in uno spruzzino, serve per togliere lo sporco e anche le tracce di ossidazione provocate dal calcare. Va lasciato agire per qualche minuto e poi sciacquato con cura.

Come pulire i vetri delle finestre

La pulizia dei vetri è un’operazione tutto sommato semplice ed economica se si predilige l’uso di prodotti naturali e non chimici. Utilizzare detergenti naturali non tossici è una scelta ecologica al 100% e un’abitudine molto salutare.

I rimedi della nonna sono tuttora efficaci e perfetti per pulire a fondo le superfici vetrate con ottimi risultati e a costo praticamente zero. Vediamo le tante possibilità da scegliere per avere vetri brillanti e come nuovi.

Prima di iniziare con le accoppiate vincenti per la pulizia di vetri e specchi ricordiamo che è sempre meglio servirsi di acqua distillata invece che di quella del rubinetto. In molti casi l’acqua che ci arriva dalle tubature è molto calcarea ed il risultato potrebbero essere antiestetici aloni dopo aver terminato il lavoro di pulizia.

Metodo 1

Un panno di stoffa o ancora meglio uno in microfibra serve per rimuovere i residui di polvere dai vetri. Poi si imbeve di aceto un altro panno e lo si passa sulla superficie vetrata.

Strofinare bene aiuta a togliere tutte le tracce di sporco e il vetro apparirà inodore e trasparente. E’ sufficiente un bicchiere d’aceto in un litro di acqua. In aggiunta si può mettere del bicarbonato di sodio e l’effetto brillante è assicurato. Il panno in microfibra va lavato con un po’ di sapone neutro e si può riutilizzare per tutte le altre pulizie di casa.

Metodo 2

Pulire i vetri con il giornale è il sistema in assoluto più produttivo di tutti. La carta del quotidiano è perfetta per il suo contenuto di piombo e assicura ottimi risultati sui vetri. Si può bagnare la superficie con acqua oppure a scelta con alcool e passare un panno umido. Poi si utilizza il giornale per asciugare a fondo.

Metodo 3

L’ammoniaca è un ottimo prodotto per pulire i vetri. Va diluita nella quantità di un tappo per un litro di acqua e il preparato è pronto per essere passato a fondo su specchi e vetri da pulire.

Metodo 4

Miscelare insieme acqua calda, succo di limone e poche gocce di detersivo per piatti e alcool dà vita ad un mix portentoso. Si può versarlo in uno spruzzino e iniziare la pulizia strofinando la superficie con il giornale spiegazzato. Un consiglio: per pulire i vetri esterni fare movimenti verticali, per quelli interni invece orizzontali.

Metodo 5

Ancora abbastanza sconosciuti i microrganismi effettivi sono alla base di detergenti ecologici per uso domestico. Vengono impiegati anche per dare vita ad ottimi fertilizzanti naturali e sono un prodotto sano per la cura e l’igiene di casa.

Sono composti da microrganismi e batteri buoni, enzimi ed oli essenziali, il tutto derivante dall’ambiente. Per questo rappresentano un’alternativa green ai prodotti chimici ma sono comodi e pronti all’uso.

Copyright © 2019 officinegrandiriparazioni.it.

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi