Migliore troncatrice per legno: guida all’acquisto e recensione

Per evitare di acquistare una troncatrice per legno sovradimensionata rispetto all’uso che pensiamo di farne è imprescindibile conoscerne tutte le caratteristiche tecniche più importanti. Se dobbiamo solo tagliare listelli per tetto, una troncatrice super accessoriata da 400 euro sarebbe una vera esagerazione.

Le troncatrici per legno sono prive del regolatore di velocità che permette di tagliare anche profilati e tubolari metallici e di plastica e sono quindi adatte per un uso amatoriale. La possibilità di inclinare la lama e quindi di eseguire tagli obliqui le rende utili anche nel campo del fai da te.

In ambito ambito artigianale, per ovvi motivi, sono utilizzate le troncatrici ad uso generico, che grazie al regolatore di velocità sono in grado di tagliare sia pezzi di legno che parti metalliche, come per esempio le guide dove scorrono i cassetti.

Prima di acquistare una troncatrice sappiamo bene se ne faremo un uso amatoriale, hobbistico o professionale, ma come come facciamo a sapere qual è la migliore troncatrice per legno della sua categoria? E se volessimo spendere meno qual è la migliore nel rapporto qualità prezzo oppure semplicemente la migliore fra quelle meno costose?

Per rispondere a queste domande dovremo conoscere le caratteristiche di ciascuna macchina e imparare a comprenderne il significato per poi capire se uno specifico modello fa al caso nostro oppure no. In questo articolo spieghiamo come bisogna scegliere una troncatrice in base alle sue caratteristiche. Puoi leggere le 2500 parole di questo articolo oppure puoi fidarti della nostra selezione e acquistare uno dei 5 modelli di seguito:

Migliori troncatrici per legno del 2020

Vuoi saperne di più? Continua a leggere l’articolo per imparare a valutare le caratteristiche di ciascuna troncatrice. Al termine di questa guida troverai la recensione di ciascuno dei modelli consigliati.

Come scegliere una troncatrice per legno

La troncatrice per legno è un attrezzo impiegato per il taglio di pezzi di legno ma anche di altri materiali. In commercio esistono diverse tipologie che si differenziano per i seguenti fattori:

  • taglio
  • potenza
  • precisione
  • lama
  • accessori

Taglio / Movimento della testa

La prima caratteristica che differenzia le troncatrici è la tipologia di taglio che sono in grado di eseguire e per questo si dividono in

  • troncatrici fisse
  • troncatrici ad angolo regolabile
  • troncatrici a testa inclinabile
  • troncatrici radiali
  • troncatrice combinata o con piano superiore

Le troncatrici fisse consentono di eseguire il taglio dall’alto verso il basso.

Le troncatrici con angolo regolabile permettono di effettuare tagli a destra e a sinistra tra 0 e 48°. Alcuni modelli si inclinano da una sola parte, obbligando quindi a girare il pezzo manualmente se serve effettuare tagli ad entrambe le estremità (per esempio se costruiamo una cornice).

Le troncatrici a testa inclinabile si muovono allo stesso modo di qualche grado oltre i 45° ma sull’asse verticale.

Le troncatrici radiali sono vincolate al banco di lavoro ma la testa può scorrere avanti e indietro su un sistema di scorrimento. In questo modo la lama può essere abbassata ad una distanza superiore e quindi tagliare listelli di maggior larghezza (basti pensare al parquet).

La troncatrice con piano superiore (o combinata) è un utensile versatile perché oltre alla funzione radiale, abbassando e bloccando il piano superiore si trasforma in una sega da banco.

Potenza

La troncatrice per legno funziona grazie all’ausilio di un motore elettrico che aziona una lama circolare. Non tutte le troncatrici possono effettuare tagli su ogni tipo di legno. Per tagliare legni molto duri come il ciliegio o il massello bisogna adoperare un attrezzo con una potenza di almeno 1500 Watt. Legati alla potenza sono la velocità di rotazione delle lame (generalmente fra 3000 e 5000 giri al minuto) e la velocità di taglio. Valori maggiori permettono di lavorare meglio su legni duri.

Lama: tipologia, numero denti e diametro

I legni non sono tutti uguali, ci sono quelli duri e quelli morbidi. Ad esempio il ciliegio è un legno duro mentre il pino appartiene ai legni morbidi. Proprio per le grandi differenze tra i legnami la troncatrice dovrà essere dotata di una lama adatta al taglio dei diversi legni.

Tipologia di lama

Per venire incontro alle esigenze dei tantissimi hobbisti e piccoli artigiani che utilizzano questo attrezzo, la maggiorparte delle troncatrici è dotata di lame multiuso, in grado di tagliare legno, ferro e alluminio.

Denti

Le lame hanno fra 20 e 60 denti. Le lame con meno denti offrono un risultato meno preciso e non troppo rifinito quindi sono utilizzate per tagliare il legno grezzo. Un numero di denti maggiore permette di ottenere un taglio netto e con bordi più rifiniti, quindi vanno utilizzate per lavori di precisione (per esempio il taglio dei listelli di laminato) ma anche per tagliare i legni duri.

Diametro

Lo spessore e la larghezza che una lama riesce a tagliare indicano la sua capacità di taglio. Questa misura dipende dal diametro della lama che varia tra 200 e 350 millimetri ma può andare anche oltre. Le lame da 210 millimetri sono sufficienti per tagliare listelli come le cornici. Per lavori più importanti quindi servirà una lama fra 300 e 350 mm, considerando comunque che per tagliare listelli più larghi (per esempio di 30 cm), servirà comunque una troncatrice radiale.

Precisione

La precisione è ovviamente un aspetto fondamentale di questo attrezzo. A tale scopo le troncatrici sono dotate di guide laser o led che permettono di visualizzare la linea di taglio.

Puntamento laser

Quasi tutti le troncatrici per legno oggi sul mercato hanno tra le varie funzionalità quella del puntatore laser. Si tratta di un sistema di guida che indirizza con precisione il taglio che la lama andrà ad eseguire. E’ un supporto prezioso che riduce la possibilità di fare errori di taglio, anche se non tutti i puntatori laser sono affidabili al 100%.

Proiezione dell’ombra

Un altro metodo in uso ad alcuni modelli è detto XPS e funziona con la proiezione dell’ombra della lama sul pezzo da tagliare. Si tratta di una soluzione innovativa che garantisce un risultato preciso.

Accessori

In un attrezzo importante come la troncatrice, gli accessori (inclusi o da acquistare separatamente) permettono di lavorare con maggior comodità e versatilità e offrono vantaggi non di poco conto. Vediamo quali sono i più importanti:

Adattatore per aspirazione

Non averlo vi renderà il lavoro un inferno. Collegare un sacchetto per raccogliere la polvere per evitare che gli scarti della lavorazione infestino il luogo di lavoro, sporcando banco e altri attrezzi, è essenziale.

Prolunghe per il banco da lavoro

Alcune troncatrici sono provviste di prolunga integrata perché evidentemente in alcuni casi è necessaria. Si tratta di un’estensione estraibile all’occorrenza del piano di lavoro, che permette di stabilizzare i pezzi di legno più lunghi.

Carrello di trasporto

Chi utilizza la troncatrice per la sua attività lavorativa può orientarsi su modelli più maneggevoli e pratici, che si possano portare al seguito ed utilizzare laddove occorre. Fanno parte di questa categoria le troncatrici che pesano fra i 10 e i 20kg. Per spostare le troncatrici più pesanti invece è più comodo acquistare un carrello per il trasporto.

Battute e morsetti

Un accessorio molto utile quando c’è sono i morsetti. Alcuni modelli ne presentano sia verticali, per fissare il pezzo da tagliare al banco, che orizzontali per fissare il legno alla battuta verticale che funge da supporto. Ci sono morsetti per fissare la troncatrice stessa al banco di lavoro.

Come usare una troncatrice per legno

Al primo impatto la troncatrice per legno può apparire un macchinario difficile da utilizzare, ma il suo impiego non è certo complicato. L’importante è leggere con attenzione il libretto delle istruzioni così da scoprire cosa può fare e come farlo.

Sicurezza

Ovviamente prima di fare qualsiasi movimentazione sulla troncatrice bisogna staccare la spina. I dispositivi di protezione non vanno rimossi dalla troncatrice. Prima di azionarla è bene indossare dispositivi di protezione come mascherine per gli occhi e guanti. La troncatrice va posizionata su un tavolo da lavoro sicuro e stabile dove si possa lavorare in comodità. Se si prevede di tagliare pezzi di legno molto lunghi è forse opportuno sistemarla a terra, dove lo spazio di azione è maggiore.

Tagli di prova

Se non avete mai utilizzato una troncatrice per legno, prima di procedere al taglio del pezzo, è bene effettuare dei tagli di prova. In questo modo prenderete dimestichezza con il macchinario ed eviterete di rovinare il legno da lavorare. Potete operare su legni di scarto per conoscere la lama e vedere come lavora. Meglio cominciare con pezzi sufficientemente lunghi perché quelli corti sono più difficoltosi da tagliare. Dopodiché bloccate il pezzo con i morsetti e azionate la lama che scenderà verticale ed effettuerà il taglio sul legno.

Dopo i tagli di prova verticali si possono provare i tagli obliqui. Per farlo è sufficiente ruotare la testa dell’attrezzo dell’angolazione desiderata. Con un po’ di pratica e di allenamento potrete perfezionare la tecnica di taglio. Le prime volte i tagli potranno avere delle sbavature ma con l’esperienza vedrete migliorare nettamente i vostri lavori.

Caratteristiche, pro e contro delle migliori troncatrici per legno

Vediamo qual è la migliore troncatrice per legno indicando caratteristiche, pro e contro di ciascun modello e terminando con l’opinione che abbiamo su ciascuno dei modelli proposti.

Bosch PCM 8 S

Se stai cercando una troncatrice leggera (7,9 kg) e compatta per trasportarla con facilità che abbia anche buone prestazioni, questo è il modello che fa per voi.

Caratteristiche

Maneggevole, compatta, leggera, la Bosch PCM 8 S ha un motore elettrico con potenza di 1200 W e una velocità di 4800 giri al minuto. Il diametro della lama è di 216 mm mentre quello del foro è di 30 mm. Grazie alla funzione di trazione la profondità di taglio è di 60 x 120 mm a 0° e 60 x 85 mm a 45°. L’altezza di taglio è di 60 mm. La lama effettua tagli obliqui molto precisi a 0° – 48°. Quindi si possono eseguire solo tagli verticali o diagonali di massimo 7 cm di spessore.

E’ predisposta per inserire un tubo soffiatrucioli da 35 mm. In dotazione è fornito il sacchetto per raccogliere la polvere da inserire nell’attacco per l’aspiratore. Fornita con morsetti per bloccare i pezzi di legno.

Pro

Lavora in modo molto preciso grazie all’alta velocità di giri al minuto. Il raggio laser (impostabile a destra o a sinistra della lama) indica la linea di taglio sul pezzo in lavorazione aumentando la precisione di taglio. Questa troncatrice per il legno ha una struttura in alluminio che la rende molto solida. E’ possibile eseguire facilmente delle scanalature grazie alla funzione integrata di arresto della profondità. Grazie alle prolunghe è possibile estendere la superficie del piano di lavoro, così da taglia lunghi pezzi di legno. Esegue tagli precisi anche obliqui grazie alla funzione di trazione.

Contro

Non è presente il controllo della velocità. Anche se qualche acquirente scrive di essere riusciti con buoni risultati a tagliare barrette di alluminio di pochi millimetri e con la stessa lama in dotazione, per non forzare il motore è consigliato utilizzarla solo per legno.

Opinioni

Abbiamo capito che la Bosch PCM 8 S è una troncatrice radiale compatta e leggera, adatta per lavori fai da te. L’impiego ideale risulta quindi quello di tagliare listelli per tetti, pannelli o pezzi di legno da utilizzare negli interni di casa.

Troncatrice Bosch PCM 8 S

 


Einhell TC-MS 2112

Se stai cercando una troncatrice economica che offra ottime prestazioni per uso hobbistico, questa è quella adatta per te.

Caratteristiche

L’Einhell TC-MS 2112 può lavorare a 1400 e a 1600 watt. La velocità di rotazione a vuoto della lama è di 5000 giri al minuto. La lama in dotazione, con diametro di 210 mm e 48 denti, è in metallo duro HM che permette di tagliare qualsiasi tipo di legno.

Questa troncatrice può raggiungere una profondità di taglio di 55 mm e una larghezza di 120 mm, quindi ottimi valori. E’ possibile ruotare il piano di lavoro fino a 45° a destra e a sinistra.

Pro

Maneggevole e facile da spostare grazie alle sue misure (48 x 32 x 29 cm) e peso contenuto (6,4 kg). Il prezzo è sicuramente uno dei punti a suo favore, sopratutto se rapportato alle caratteristiche superiori a quelle di troncatrici che si trovano nella stessa fascia di prezzo.

Contro

L’inclinazione della lama a 45° è possibile solo da un lato, cosa che costringe a girare il pezzo di legno per tagliare anche l’altra estremità.

Non è attrezzata con un puntatore laser perciò serve un po’ di esperienza per imparare dove verrà eseguito il taglio.

Gli unici accessori di cui è dotata sono il sacchetto per raccogliere la polvere e l’adattatore per collegare eventualmente l’aspirapolvere.

Opinioni

Questa troncatrice ha valori uguali o superiori ad altre troncatrici della stessa fascia di prezzo, cosa che la rendono la soluzione migliore per chi vuole spendere poco.

Troncatrice Einhell TC-Ms 2112

 


Tacklife PMS03A

Se stai cercando una troncatrice solida strutturalmente senza spendere troppo, questa è la troncatrice che fa al caso tuo.

Caratteristiche

Tacklife PMS03A disponde di una con un diametro di ben 305 mm, di molto superiore al diametro delle lame di altre troncatrici per uso hobbistico o semiprofessionale come questa. Questa carattetistica, insieme ad un motore di 1700 Watt vanno a ridurre il parametro dei 3800 giri al minuto che invece è più basso rispetto alla media che di solito è sui 5000 e permettono di avere un’ottima capacità di taglio (335 mm e 105 mm di profondità). La lunghezza di taglio arriva a 235 mm, con profondità di 60 mm, inclinando la lama di 45°.

E’ trasportabile anche abbastanza comodamente grazie ad un’apposita leva anche se non è leggerissima (24,6 kg), ma una qualità di questo prodotto è proprio la sua solidità, garantita da una struttura in metallo.

Pro

Oltre al notevole diametro della lama e la solida struttura, da segnalare fra gli aspetti positivi anche la precisione di taglio a cui contribuiscono anche un righello a scala e la guida laser.

La lama è inclinabile di 45 gradi sia a destra che a sinistra, caratteristicha non presente in tutte le troncatrici appartenenti a quesa fascia di prezzo.

Fra gli accessori, oltre alle chiavi a brugola, segnalo l’adattatore per aspirare gli scarti di lavorazione e un sacchetto per raccogliere i trucioli.

Contro

Non c’è molto da segnalare fra i difetti di questa troncatrice. Come abbiamo scritto la velocità di giri inferiore rispetto a quella di altre della stessa fascia è ampiamente compensata dalla potenza del motore e dal diametro della lama. Perciò spulciando fra le recensione su Amazon di chi l’ha già acquistata, ci sono un paio che segnalano problemi di scarsa aspirazione.

Opinioni

Questa troncatrice è molto accessoriata e nonostante la velocità dei giri a vuoto non sia fra le più alte della sua categoria, comunque è un ottimo acquisto per chi cerca una struttura solida e resistente. La possibilità di tagliare, oltre al legno, anche materiale metallico o di plastica, la rende adatta per persone poco esperte.

Troncatrice Tacklife PMS03A

 

Copyright © 2020 officinegrandiriparazioni.it.

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi