Pittura antimuffa: cos’è, come si applica e quali sono le migliori

Molto spesso le pareti e i muri di casa presentano macchie di umidità e muffe, brutte esteticamente e poco salutari per l’organismo. Una soluzione per contrastare la muffa è quella di applicare la pittura antimuffa alle pareti.

Cause della formazione di muffa sulle pareti

Quando compare quella fastidiosa farina bianca sulla parete è il sintomo di muffa in arrivo. Funghi e muffe crescono quando l’acqua piovana filtra attraverso i muri e quando si sviluppa la condensa. L’umidità è sinonimo di future muffe ed è principalmente causata da difetti di costruzione dell’abitazione. Solitamente condense e umidità ristagnano in casa nella stagione invernale quando fuori è molto freddo e si tende a ventilare meno gli ambienti.

Perché è importante eliminare la muffa

Oltre che antiestetiche e causa di cattivo odore le muffe comportano anche problemi per la salute.  Ci sono muffe più tossiche di altre che fanno insorgere lesioni ed eruzioni cutanee e provocano mal di testa. Da funghi e muffe si sviluppano micotossine, allergeni e sostanze irritanti che, in particolare per i soggetti più sensibili, comportano rischi per la salute. Anche per chi ha problemi respiratori e asma la muffa può rappresentare un pericolo per polmoni, gola e naso.

Dove si forma la muffa

Nelle docce e nelle vasche da bagno si vedono macchie dovute alla serratia marcescens, un batterio molto comune che i microbicidi neutralizzano. I fungicidi invece servono per cancellare funghi e spore e per contrastarne la riproduzione. Sui muri questi sono visibili in macchie di muffa scure. In commercio esistono dei prodotti specifici che combattono il problema che in genere sorge nella stanze di casa maggiormente ricche di condense come il bagno o la cucina.

Migliore pittura antimuffa

La pittura antimuffa, rispetto alle vernici tradizionali, contiene ingredienti specifici. Uno dei più conosciuti è il benzisotiazolone, una sostanza chimica con proprietà microbicide e fungicide.

  • Pronta all'uso
  • Antimuffa
  • Risanante
  • Inodore
  • Anticondensa
  • Termoisolante
  • Antimuffa
  • Pittura antimuffa per interni bianca pittura anticondensa per interni, termica acustica isolante a finitura opaca bianca ad azione igienizzante ottima resistenza al lavaggio
  • Vernice anticondensa antimuffa a base di acqua formulata con tecnologia 3M pittura con microsfere di vetro cave Glass Bubbles.
  • Idropittura lavabile per interni traspirante ideale per ambienti soggetti ad umidità e muffe. Pittura per cucine e bagni a finitura, non occorre passare altre vernici.
  • Vernice antimuffa per muro professionale riduce i punti termici impedendo la formazione di condensa. Il prodotto è idoneo a prevenire lo sviluppo di muffa.
  • Facile da applicare Ottimo punto di bianco . Resa 5 litri 25 mq per 3 mani di prodotto. Diluizione 20% acqua
  • E' un prodotto ecologico e traspirante
  • Si applica in maniera molto semplice ed il suo potere igienizzante e sbiancante copre istantaneamente le macchie di muffa e ne evita la riformazione
  • Consigliamo dopo l'applicazione di MUFFA K.O. una mano del nostro fissativo termico KALORFIX per rafforzare ulteriormente il potere antimuffa e dare calore e benessere ai muri
  • I muri trattati possono essere poi verniciati con qualsiasi tipo di pittura.
  • Idropittura traspirante igienizzante antimuffa per interni
  • A base di legante vinil-versatico, indicata per pareti interne in presenza di condensa ed umidita', come bagni e cucine
  • Preserva dalla formazione delle muffe
  • Ottima traspirabilita', buon potere coprente e facilita' di applicazione
  • Peso specifico: 0,750 kg/l
  • Lavabilità (rif. UNI 10795): OTTIMA
  • IL PRODOTTO E’ IDONEO A PREVENIRE LO SVILUPPO DI MUFFA
  • RESISTENZA AL LAVAGGIO
  • Aspetto della pellicola/brillantezza (rif. UNI 10795): MOLTO OPACA
  • La pittura Antimuffa bianca per locali interni che risolve definitivamente il problema della formazione di muffa
  • Il quantitativo della confezione da 0,75 litri è sufficiente per trattare 1,5 metri quadrati di parete. Si applica come una tradizionale pittura per interni, utilizzando un rullo o il pennello.
  • Prodotto di colore bianco, altamente traspirante e non pericoloso per la salute delle persone. E' un prodotto a base di acqua, non contiene solventi.
  • Ideale per tutte le stanze in cui si forma la muffa: bagno, cucina, camera da letto, garage, cantine e scantinati. Agisce direttamente alla radice del problema: elimina la muffa perchè evita la formazione della condensa, che è la causa principale della formazione di muffa

La pittura antimuffa serve davvero?

Certamente le pittura antimuffa, grazie ai componenti presenti all’interno, è un prodotto mirato per togliere tracce di muffa dalle pareti. E’ necessario che però gli ambienti che presentano questo problema siano adeguatamente ventilati e mantenuti il più asciutti possibile affinché la pittura faccia la sua parte. La vernice antimuffa non dura in eterno sulle pareti ma va rinnovata almeno ogni 5 anni, questo è l’intervallo di tempo suggerito dai produttori.

Spesso si sente parlare di pittura anticondensa e pittura antimuffa come se fossero lo stesso prodotto. In realtà alcuni prodotti possono avere le stesse caratteristiche, con però alcune sfumature. Ad esempio una pittura antimuffa può vantare proprietà idrorepellenti mentre altre vernici resistono all’acqua e contrastano il vapore anche se sono fatte a base di acqua. Le pitture anticondensa vere e proprie sono a base di lattice o olio. Solo queste sono in grado di resistere all’acqua, per contro non prevengono il proliferare delle muffe.

Come applicare la pittura antimuffa sulle pareti?

Prima di applicare la pittura antimuffa bisogna provvedere a pulire per bene la parete. Se è già presente della muffa è opportuno rimuoverla. Per farlo un ottimo sistema è quello di passare sulla superficie della candeggina che serve a togliere le macchie scure dal muro. Altro metodo efficace è lavare la zona con acqua calda e sapone, in modo da staccare anche le più piccole parti di sporco e di vernice residua. Una volta pulita in profondità la parete, rimuovendo ogni minima traccia di muffa preesistente, si può passare un apposito solvente.

Va lasciato riposare circa mezz’ora e poi asportato strofinando a fondo per togliere tutte le muffe che ricoprono i muri. Questo trattamento rimuove sia la muffa che la vernice precedente sulla quale la muffa ha attecchito. Una volta asciugata la parete con una spugna si noterà che il muro avrà un aspetto più sano ma per essere ancora più precisi si può passare anche una soluzione antimuffa. Si lasciano passare due giorni e poi si può dipingere il muro con la pittura antimuffa prescelta.

Come eliminare il forte odore di pittura antimuffa?

La pittura antimuffa, specialmente quella a base di olio, lascerà nel locale un odore abbastanza forte causato dai fumi che sprigiona. Meglio tinteggiare con il bel tempo in modo da lasciare aperte porte e finestre. Durante il lavoro è utile indossare una mascherina per evitare di respirare i composti chimici delle vernici. Ci sono comunque dei rimedi semplici che aiutano a far sparire più in fretta la puzza della pittura antimuffa dalla camera.

Cominciamo citando la cipolla, che grazie all’alto potere assorbente riesce a catturare e imprigionare i fumi. Basta tagliarla a metà e lasciarla negli angoli della stanza, rivolta all’insù. Un altro rimedio efficace è il caffè macinato. Ovviamente dopo averlo bevuto bisogna conservare i fondi e spargerli in alcuni piattini da sistemare qua e là nella camera. Anche il bicarbonato di sodio contrasta il propagarsi dell’odore della vernice. Si può mettere sui tappeti oppure in ciotole sparse per la stanza.