Come riparare una piastrella

Riparare una piastrella è un’operazione abbastanza semplice, tanto che spesso è possibile intervenire da soli e non contattare un tecnico.

Basta infatti avere un po’ di tempo a disposizione, la giusta manualità e voglia di fare per provvedere in maniera autonoma, una scelta che permette anche di risparmiare soldi. Qui di seguito, allora, vediamo insieme come riparare una piastrella.

L’occorrente necessario

Prima di tutto, procuratevi tutto ciò che vi serve per procedere con la riparazione, ovvero:

  • Lo smalto per ceramiche
  • Sapone abrasivo oppure alcol denaturato
  • Un panno
  • Dello stucco

Come riparare una piastrella crepata

Iniziate lavando accuratamente la piastrella, per poi asciugarla con altrettanta cura, soprattutto l’incrinatura che, essendo la parte maggiormente porosa, tende ad assorbire l’acqua. Per asciugarla in maniera più veloce ed efficace, potete servirvi di un comune asciugacapelli.

Fatto questo, il passo successivo consiste nell’utilizzo dello stucco. In commercio avete a disposizione una scelta molto vasta, infatti nei negozi specializzati trovate tutti i prodotti appositi per il riempimento di qualsiasi tipo di crepa. Scegliete quello che preferite, oppure chiedete consiglio al venditore. Ricordate che dopo la stuccatura la mattonella dovrà risultare perfettamente uniforme e liscia, ma per perfezionare il tutto abbiate cura di eliminare eventualmente con un panno umido le fuoriuscite di stucco.

Dunque, aspettate che lo stucco sia completamente asciutto: di solito ci vogliono almeno due ore, ma è sempre meglio attenersi alle istruzioni che trovate sulla confezione del prodotto.

Potete tingere la crepa che avete stuccato con uno smalto per ceramiche, ovviamente dello stesso colore della mattonella. Per individuare la giusta tonalità, fatevi dare dei campioni dal commesso oppure, ancor meglio, portate con voi una piastrella per fare il confronto direttamente al negozio.

Utilizzare adesivi murali

Il procedimento di stuccatura è uguale a quello appena spiegato, e va sempre effettuato, per evitare che la crepa si espanda e si riempia di sporcizia. Ma per un tocco più creativo, o per nascondere la crepa nel caso in cui la riparazione non sia riuscita perfettamente, è possibile utilizzare anche qualche adesivo murale (in commercio ne trovate tantissimi), da applicare strategicamente sulla crepa, specie per le mattonelle del bagno o della cucina. A voi la scelta. L’effetto ottenuto sarà molto spiritoso!

Riparare una piastrella non richiede dunque moltissimo tempo, o meglio, questo dipende da quanto è grande la superficie su cui è necessario intervenire, o se bisogna farlo in più di una stanza. Tuttavia, in linea di massima, pochi giorni dovrebbero bastare.

Copyright © 2019 officinegrandiriparazioni.it.

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi